FORUM GIAPPONE
Benvenuti

FORUM GIAPPONE

curato da paola ghirotti パオラ・ギロッティ
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  Lista UtentiLista Utenti  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 le perle

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
noraneko
amministratore
amministratore
avatar

Numero di messaggi : 1959
Punti : 1132
Reputazione : 17
Data d'iscrizione : 02.07.07

MessaggioTitolo: le perle   Gio Ago 21, 2008 11:13 am



Kyushu
Iki Island
Yunomoto
preparazioni delle reti per la coltivazione delle perle


da AGI:
Due scienziati tedeschi sono riusciti a sviluppare un metodo per determinare il luogo di nascita delle perle. Fino all'inizio del XX secolo, le perle venivano cacciate da subacquei esperti. Si sommergevano fino a 40 metri sotto la superficie dell'acqua e raccoglievano le ostriche da perla dal fondo dell'oceano. E' stato possibile coltivare le perle solo quando due imprenditori giapponesi sono stati in grado di applicare la tecnica di coltivazione delle perle di uno scienziati australiano. Da allora il Giappone e' stato il fulcro della coltivazione delle perle, producendo alcune delle perle rotonde coltivate piu' belle al mondo.
Tuttavia, recentemente la Cina e' riuscita a battere il Giappone in termini di produzione di perle, ma non in termini di prezzo. Le perle giapponesi costano ancora fino a dieci volte piu' dei loro concorrenti dall'altra parte del Mare del Giappone. Pertanto, alcuni venditori hanno cercato di far passare le perle cinesi coltivate in acqua dolce per giapponesi. Cio' rappresenta un grosso problema per consumatori e scienziati perche' anche per gli esperti e' difficile distinguere i due tipi di perle a occhio nudo. Per questo motivo due scienziati dell'Universita' Johannes Gutenberg di Magonza, Germania, hanno trascorso gli ultimi due anni a cercare una soluzione a questo problema. Sono stati in grado di sviluppare una tecnica di analisi a microelementi in grado di determinare il luogo di origine di una perla. I due scienziati in questione, Ursula Wehrmeister, una gemmologa, e Dorrit Jacob, una geochimica, inizialmente sospettavano che il processo di produzione cinese consistesse in elevati volumi di produzione accompagnati da elevati livelli di stress per gli animali usati nel processi di coltivazione. Secondo Ursula Wehrmeister, i coltivatori cinesi impiantano fino a 60 nuclei in un'ostrica, una forma di produzione di massa biologica. Lo stress causato da tale produzione di massa porta a un numero di perle non utilizzabili e malformate, che non potrebb! ero esse re lavorate dai gioiellieri. Anche il problema della vaterite diventa piu' comune. Gli scienziati di Magonza hanno scoperto che le perle cinesi contengono piu' vaterite, non solo nelle perle, ma anche fuori, dove la sostanza forma una superficie opaca con punti bianchi, rendendo le perle non adatte alla vendita. Gli scienziati sono stati quindi in grado di usare un processo chiamato spettrometria di massa ICP ad ablazione laser per determinare se le perle contengono vaterite e per determinare se alcuni zaffiri sono stati conseguentemente trattati. Nello specifico, un laser UV viene usato per tagliare un campione microscopicamente piccolo, circa un ottavo del diametro di un capello umano. Questo micro-campione viene poi sciacquato nel dispositivo di analisi con l'aiuto di un gas inerte e il contenuto di microelementi. In base ai risultati di questo processo, e' possibile determinare il luogo di nascita di una perla. Questa tecnica, secondo Dorrit Jacob, e' applicabile anche alle gemme oltre che alle perle. "Il gran numero di zaffiri con una colorazione marcata arancione e blu attualmente sul mercato potrebbe non essere naturale. Cio' significa che gli zaffiri con una colorazione meno marcata, che normalmente non si potrebbero commercializzare, sono stati colorati di piu' con il berillio", ha affermato. Con un potenziale cosi' ampio di applicazione di questa tecnica, i consumatori possono iniziare a essere sicuri di ricevere cio' per cui hanno pagato.
http://www.agi.it/research-e-sviluppo/notizie/200808191741-eco-rt11101-art.html

_________________
fotoblog
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://paolaghirotti.altervista.org
 
le perle
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Hobby Perline - Perle, Fili, Attrezzi, Minuria, Swarovski ...
» La mia prima parure - Perle e rose
» Collana e bracciale con perle di Sodalite
» Collana spago e perle
» Collana in Rame argentato e perle di vetro cerato e pasta polimerica

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
FORUM GIAPPONE :: Giappone 日本 Japan :: rassegna stampa-
Andare verso: